Il Paese dei Balocchi

12184092_676323602504799_1163263023425048572_o

 

A partire da sabato 7 novembre le suggestive sale della Torre Civica di Mestre si apriranno per accogliere un appuntamento, con racconti visivi di viaggio e arte, pensato e curato da Elisabetta Franceschini direttore artistico di Altheo Network, in collaborazione con l’associazione Mes3venti e il patrocinio della municipalità di Mestre Carpenedo.

Per l’occasione la prestigiosa location comunale si trasformerà in un contenitore di interessanti ed inediti confronti con l’arte contemporanea. “Il Paese dei Balocchi” è infatti una mostra a più voci che punta ad esplorare mondi interni ed esterni ad ognuno di noi attraverso la potenza espressiva dell’arte.

Il tema centrale dell’esposizione è dunque il “Viaggio” e l’arte diventa lo strumento per la scoperta di mete visibili ed invisibili. Viaggio verso l’altro, l’altrove, l’oltre; per ritrovare noi stessi o frammenti di noi stessi. La nostra stessa nascita è un viaggio verso la vita; viaggio di un uomo che si evolve e cambia talvolta paese per conoscere e godere di nuove bellezze, viaggio spirituale che racchiude l’essenza dell’esistere, viaggio inteso come trasformazione e cambiamento e, infine, viaggio nelle espressioni artistiche e nel pensiero creativo come traccia storica del nostro tempo.

Le opere pittoriche e scultoree presentate in questa mostra hanno una precisa identità espressiva e puntano sulla mescolanza di idea, resa cromatica ed effetto materico. Segni, tratti di pennello, colori, tecniche miste; tracce di sintesi, figure dell’immaginazione o della realtà intese dunque come tracce di viaggio all’interno del proprio mondo sensoriale.

Tratto dalla presentazione scritta da:
Dott.ssa Rosa, Anna Mele
Storico dell’arte, critico indipendente e curatore

La mostra sarà aperta tutti i giorni dal 7 al 22 Novembre con orari 17.00 – 19.00. Sabato e Domenica con orari: 10.30 – 12.30 e 16.00 – 19.30.

 

Seguono ora alcune foto dell’inaugurazione e gli articoli dedicati alla Mostra d’arte da parte della stampa.

 

Ed ecco infine il video creato da Arte Altheo sulla mostra: